Consulenza e Gestione Pratiche MUD

TQSI Servizi Integrati ti offre il servizio per la compilazione ed invio alle rispettive CCIAA di competenza del modulo di dichiarazione ambientale (MUD) per denunciare i rifiuti prodotti, trasportati, smaltiti, avviati al recupero o smaltimento.

Ti offriamo un supporto nella corretta gestione dei registri di carico e scarico e relativi formulari di trasporto rifiuti per evitare pesanti sanzioni dovute alla mancata od errata compilazione degli stessi.

Se siete interessati non esitate a contattarci per richiedere un preventivo

TQSI Servizi Integrati s.r.l.
UFFICIO COMMERCIALE

commerciale@tqsi.it
035-71.93.13 – 035-72.93.71

Approfondimenti

E’ stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n.45 del 22 febbraio 2019, il DPCM del 24 dicembre 2018 che approva ufficialmente il nuovo modello unico di dichiarazione ambientale (cd. MUD), sostituendo il ‘vecchio’ modello di dichiarazione, allegato al DPCM del 28 dicembre 2017.

L’Allegato 1 al decreto specifica l’articolazione del MUD in comunicazioni che devono essere presentate dai soggetti tenuti all’adempimento. Il provvedimento contiene il modello e le istruzioni per la presentazione delle seguenti Comunicazioni:

  1. Comunicazione Rifiuti speciali
  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).
  • Si ricorda inoltre che la Legge 28 dicembre 2015, n. 221 prevede che le imprese agricole di cui all’articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell’ambito dei codici ATECO 96.02.01 (servizi di barbiere, parrucchiere, attività di lavatura, taglio, messa in piega, tintura, ondulatura, lisciatura e simili trattamenti dei capelli per uomini e donne),
    ATECO 96.02.02 (servizi di estetista, trattamenti al viso e di bellezza, trucco eccetera) e
    ATECO 96.09.02 (attività di tatuaggio e piercing), assolvono all’obbligo di presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale, di cui al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, attraverso la compilazione e conservazione, in ordine cronologico, dei formulari di trasporto.
  1. Comunicazione Veicoli Fuori Uso
  • Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.
  1. Comunicazione Imballaggi
  • Sezione Consorzi: CONAI o altri soggetti di cui all’articolo 221, comma 3, lettere a) e c).
  • Sezione Gestori rifiuti di imballaggio: impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio di cui all’allegato B e C della parte IV del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152
  1. Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 151/2005.
  1. Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione
  • soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati.
  1. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche
  • produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento.
Potrebbero interessarti

Gas RADON

Rischio per la Salute nelle nostre ABITAZIONI. Proteggiamoci dal gas RADON. Il GAS RADON presente nell’aria è la seconda causa di cancro al polmone dopo il fumo di tabacco.

UNI EN ISO 14001 - Sistemi di Gestione Ambientale

La ISO 14001 è una norma internazionale ad adesione volontaria, applicabile a qualsiasi tipologia di Organizzazione pubblica o privata, che specifica i requisiti di un sistema di gestione ambientale. I consulenti TQSI Servizi Integrati sono in grado di accompagnare i clienti nell'affrontare questo tipo di certificazione.

Regolamento EMAS

Il regolamento europeo 1221/2009 definisce un sistema comunitario di eco-gestione e audit denominato EMAS. Qualsiasi organizzazione che intenda valutare e migliorare le sue prestazioni ambientali e comunicarle al pubblico e ai propri clienti può aderire volontariamente a questo sistema. TQSI Servizi Integrati aiuta i propri clienti a rispondere ai requisiti del sistema EMAS.

Analisi di Laboratorio - SICUREZZA e AMBIENTE

TQSI dispone di Laboratorio accreditato ACCREDIA per l’esecuzione di analisi microbiologiche, chimiche e fisiche su matrici ambientali e di avanzate attrezzature per indagini strumentali che garantiscono un’assistenza completa.